Le Aziende partner La Cesenate

La Cesenate ha acquisito negli anni la proprietà di aziende agricole in Romagna e in Toscana, per un’estensione di oltre 400 ettari, coltivati per lo più secondo le severe norme legislative che regolano l’agricoltura biologica. Nelle nostre aziende agricole coltiviamo mele, pere, pesche, albicocche e susine biologiche che utilizziamo per la produzione di puree, omogeneizzati, succhi e nettari di frutta Alce Nero.

L’agricoltura biologica è un metodo di produzione definito, dal punto di vista legislativo, a livello comunitario, da un primo regolamento, il Regolamento CEE 2092/91, sostituito successivamente dai Reg. CE 834/07 e 889/08 e, a livello nazionale, dal D.M. 18354/09. L’agricoltura biologica considera l’intero ecosistema agricolo, sfrutta la naturale fertilità del terreno, favorendola con interventi limitati, promuove la biodiversità dell’ambiente in cui opera ed esclude l’utilizzo di prodotti chimici di sintesi (fitofarmaci, insetticidi, concimi ed erbicidi) e degli organismi geneticamente modificati (OGM).

Alla difesa delle colture si provvede innanzitutto in via preventiva, selezionando specie tolleranti alle malattie ed intervenendo con tecniche agronomiche appropriate, es. lasciando una certa distanza tra le piante, potando i rami per favorire l’arieggiamento della chioma e l’ingresso della luce in essa. Per il controllo delle malattie fungine è molto importante una buona distanza tra le piante e Inoltre, si possono utilizzare prodotti a base di rame, zolfo o polisolfuro di calcio.

Per la protezione dagli insetti patogeni si può ricorrere a prodotti naturali, a base di batteri o virus specifici, di piretro naturale, olio minerale, polisolfuro di calcio. Fondamentale è la presenza di insetti utili, che si sviluppano naturalmente nei frutteti privi di chimica e aiutano a contrastare l’incremento di insetti patogeni. Per mantenere la naturale fertilità del terreno si può utilizzare letame maturo, fertilizzanti naturali compostati e sovesci, ovvero incorporazioni nel terreno di piante appositamente seminate, come trifoglio o senape. Il controllo delle erbe spontanee nei frutteti è invece di tipo meccanico e consiste nello sfalcio e trinciatura delle stesse.

Coltivare biologico significa quindi rispetto per le piante, la terra e le persone. La frutta coltivata nelle nostre aziende agricole viene raccolta a mano, ad eccezione delle susine, per selezionare solo i frutti sani e maturi ed evitare ammaccature che ne comprometterebbero la qualità. La frutta raccolta viene interamente trasformata presso la Cesenate.